newsletter esempi

Come scrivere una newsletter esempi di cosa fare e non fare

Newsletter esempi di come e cosa scrivere per renderle efficaci. E’ molto importante mantenere una relazione con il nostro pubblico. Come sappiamo le e-mail sono uno degli strumenti più efficaci ma solo se scritte in modo corretto e adeguato per nostro probabile cliente.

Solo Chi riceverà una mail afficace sarà più predisposto ad aprirla e quindi a leggerla. Questo è lo scopo principale per non essere immediatamente cestinati.

Ecco i nostri tre consigli per una newsletter che verrà aperta:

Newsletter esempi di contenuti giusti per attirare l ‘attenzione

La newsletter è un importante occasione per mantenere e costruire la relazione con il nostro interlocutore. Quindi non usiamo le newsletter semplicemente per inviare delle offerte senza un criterio e a tutti.

Ma quindi, che cosa dobbiamo fare?

Importante infatti è conoscere il cliente e le sue necessità per costruire una newsletter coinvolgente.

Le newsletter possono quindi essere differenziate asseconda della tipologia di cliente. La nostra comunicazione deve essere utile, risolvere problemi e dare consigli che migliorino la vita dei lettori.

La newsletter diventa lo strumento per ricondividere anche dei contenuti che in realtà già abbiamo pubblicato e trattato sui diversi canali come Video, articoli, e post interessanti.

In una parola, dovremo fornire VALORE.

La tecnica  di copy per coinvolgere il lettore è L’ A.I.D.A.

Nel momento in cui decidiamo come scrivere una newsletterdovremo prestare attenzione ad ogni minimo particolare come se stessimo creando un’ opera d’arte.

Uno strumento per scrivere un copywriting persuasivo è L’ A.I.D.A. andiamo a conoscere come questo metodo renda le nostra newsletter capaci di convertire.

Si tratta di un acronimo che ora approfondiremo e adatteremo alle nostre newsletter:

ATTENZIONE: Importante è creare un oggetto che induca i lettori ad aprire l’ Email

INTERESSE: Siamo riusciti a far aprire l’ email ma adesso dobbiamo suscitare interesse. Questo è possibile evidenziando nelle prime righe i contenuti e gli argomenti proposti nella mail.

DESIDERIO: La nostra mail deve dare la soluzione di un problema per il nostro lettore e quindi creare un eventuale desiderio di acquisto.

AZIONE: Se il lettore arriva infondo alla nostra mail, è arrivato il momento di proporre una CALL TO ACTION che li sproni all’ acquisto.

Attenzione a non finire nello Spam

I filtri Anti Spam sono il vero nemico della nostra newsletter. Esistono delle regole per non finire nell’ oblio dello Spam. Elementi importanti per la creazione di una Newsletter che di Legga:

All’interno della mail evitiamo le parole scritte tutto in maiuscolo. Ma se proprio lo riteniamo necessario, facciamolo con moderazione.

Quando inseriamo un immagine all’interno della Newsletter dobbiamo fare attenzione a entrare nel Setting dell’ immagine e compilare il campo Alt-text o informazioni. Questo è necessario perché i filtri Anti-spam non riescono a leggere le immagini. I filtri quindi hanno bisogno di leggere le indicazioni testuali o ci spediranno nello spam.

Un’ Altra cosa importante è quello di non inserire all’interno della stessa mail più link esterni differenti. Questo vuol dire che va bene Linkare a un singolo sito ma non a tanti siti che possono creare confusione nel lettore.

Se vuoi ulteriori consigli su come scrivere e spedire la tua Newsletter prenota una consulenza gratuita